• Chi sono? È una domanda filosoficamente impegnativa, soprattutto per un bar con evidente complesso di superiorità che alcuni clienti affezionati chiamano, chissà mai perché, “il baretto”. Posso dirvi che mi affaccio direttamente sull’Appia Antica, a duecento metri dal mausoleo di Cecilia Metella – il che significa che sono nel cuore del parco dell’Appia Antica. Un vecchissimo olivo – insieme a qualche ombrellone – fornisce l’ombra per riparare i nostri frequentatori dal sole, che ci bacia anche durante l’inverno. Sul retro un grande giardino, disseminato di tavoli e tavolini e ombreggiato da enormi pini, conduce al nostro parcheggio privato e a un altro angolo tranquillo, il giardino della nostra gelateria, disponibile anche per feste private. L’atmosfera da me è molto informale, come del resto i miei collaboratori; questo non vuol dire che sono poco professionali, anzi sono sempre a vostra disposizione, anche per darvi informazioni su trasporti, siti archeologici o qualunque altra cosa vogliate sapere.